L'Apprendistato

Il contratto di Apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato e a contenuto formativo (c.d. a causa mista) in quanto si caratterizza per l’alternanza di momenti lavorativi e momenti di formazione che si svolgono in impresa o all’esterno presso strutture formative specializzate e accreditate presso la Regione Lazio sul portale S.App-Nuovo Apprendistato.

L’art.1 co.1 del D.Lgs 167/2011 definisce il contratto di apprendistato “un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all’ occupazione dei giovani” perché  prevede un periodo di formazione esterna e un addestramento interno all’ azienda e al termine del periodo di formazione se nessuna delle parti esercita la facoltà di recedere dal contratto (ai sensi del art.2118 del codice civile),  il rapporto prosegue come ordinario rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato.

L’attuale normativa che regolamenta l’apprendistato, distingue in tre tipologie il contratto di lavoro:

  • apprendistato per la qualifica e il diploma professionale che può essere stipulato a lavoratori dai 15 ai 29 anni per assolvere all’obbligo formativo o conseguire una qualifica  professionale o titolo di studio in ambiente di lavoro.

  • apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere che può essere stipulato a lavoratori dai 18 ai 29 anni che hanno espletato  l’obbligo formativo e intendono apprendere un mestiere sul luogo di lavoro.

  • apprendistato di alta formazione e ricerca che può essere stipulato a lavoratori dai 18 ai 29 anni per conseguire un diploma di istruzione secondaria, una laurea, un master, un dottorato di ricerca, svolgere attività di ricerca e di praticantato, acquisire un certificato di specializzazione tecnica superiore in accordo con le imprese e le istituzioni scolastiche

Il  contratto di apprendistato è stato recentemente modificato dal Jobs Act che lo definisce una forma di contratto a tempo indeterminato per i giovani che studiano e che vogliono lavorare e formarsi.

Il decreto legislativo conferma le tre diverse tipologie di apprendistato stipulabili in relazione all’ età e alle diverse esigenze formative:

La prima tipologia contrattuale prevede la stipula in forma scritta sia dal datore di lavoro che dall’ apprendista. Nel contratto devono essere chiaramente indicate sia le attività lavorative che quelle formative e la relativa qualifica contrattuale.

Al contratto deve essere allegato il PIF (Piano Formativo individuale) contenente i dettagli del percorso formativo.

Il P.I.F deve contenere i dati dell’ azienda e del tutor;

La durata della formazione e del contratto non può superare i 3 o 4 anni (nel caso di diploma).
Il giovane segue un percorso formativo interno o esterno all’ azienda di una durata non inferiore alle 400 ore all’anno e un percorso professionale nell’ azienda.
Coloro che hanno più di 18 anni possono far valere crediti formativi d’ ingresso.
Dopo i tre anni il datore di lavoro e l’apprendista possono decidere di recedere dal contratto oppure in assenza di recesso il contratto si trasforma a tempo indeterminato.

La seconda tipologia è l'apprendistato professionalizzante ai sensi del Testo Unico 167/2011 che prevede una sequenza di operazioni che gli apprendisti, le aziende e gli enti formativi devono espletare per adempiere agli obblighi contrattuali con variazioni per il numero di assunti.
La forma contrattuale deve essere scritta con indicata la qualifica da conseguire e il periodo di formazione previsto.Il contratto  deve avere una durata minima di 6 mesi e massima di tre anni . Per le professioni artigiane la durata massima è fino a 5 anni.

La terza tipologia contrattuale, alta formazione e ricerca, può essere applicata solo se in possesso di un diploma di qualifica professionale.
Durante il periodo formativo l’apprendista può lavorare e conseguire un diploma di istruzione secondaria, titoli di studio universitari o superiori.
La durata del contratto e stabilita da accordi stipulati con le Regioni o Province autonome e le associazioni datoriali e in loro assenza con opportune convenzioni.
La formazione è di 120 ore nel triennio ed è obbligatoria solo in presenza di un’ offerta formativa pubblica nel territorio e nei limiti delle risorse impegnate dalle Regioni e Province autonome.

L'apprendistato è un contratto di lavoro che garantisce il conseguimento di una Qualificazione (o qualifica) Professionale ai fini contrattuali, con una formazione trasversale e professionalizzante.

Per l'espletamento dell'obbligo formativo previsto dal Testo Unico 167/2011, apertura/chiusura Corsi degli Enti Formativi Accreditati editati nel portale della Regione Lazio S.App. Nuovo Apprendistato (http://sapp2.formalazio.it/sapp/login), consegna Attestati e per tutti gli adempimenti previsti dalla normativa vigente L'Ufficio Apprendistato è a vostra disposizione in via Raimondo Scintu, 106 - 00173 Roma, al piano secondo nelle stanze 220- 221-224-225 

Ufficio Apprendistato  06.67668270 - 06.67668496 - 06.67668777 - 06.67668325
Segreteria Tel. 06.67668473

Fax: 06.67668467

e-mail:

apprendistato@cittametropolitanaroma.gov.it

controllo.apprendistato@cittametropolitanaroma.gov.it 

liquidazioni.apprendistato@cittametropolitanaroma.gov.it

 

REPORT Anno 2016

REPORT I Trimestre 2017

REPORT II Trimestre 2017 

 

 

Contatti

Dipartimento III - Servizi per la Formazione e per il Lavoro

Via Raimondo Scintu, 106 - 00173 Roma

 

Call Center/Contact Center

Numero Verde Lavoro 800818282

attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.45

Zircon - This is a contributing Drupal Theme
Design by WeebPal.