I tirocini

CHE COS’È

E’ un percorso formativo che si svolge in azienda finalizzato all’acquisizione di specifiche competenze professionali.
Nell’ambito del tirocinio formativo possiamo individuare le seguenti tipologie:

Tirocini formativi e di orientamento
per agevolare le scelte professionali e l’occupabilità dei giovani nel percorso di transizione tra il sistema dell’istruzione ed il mondo del lavoro.
I destinatari devono possedere un titolo di studio conseguito entro e non oltre dodici mesi prima della data prevista per l’inizio del tirocinio;
La durata del tirocinio non può superare i 6 mesi
 

Tirocini di inserimento o reinserimento
Per favorire l’inserimento o il reinserimento nel mondo del lavoro.
I destinatari sono le persone disoccupate (anche in mobilità), le persone inoccupate, nonché i lavoratori sospesi in regime di cassa integrazione ordinaria, straordinaria o in deroga
La durata del tirocinio non può superare i 12 mesi
 

Tirocini di orientamento e formazione o di inserimento o reinserimento in favore:
- delle persone con disabilità (art. 1, comma 1, legge n. 68/1999 e s.m.i); 
- delle persone svantaggiate (legge n.381/1991 e s.m.i);
- delle persone richiedenti asilo (DPR n. 303/2009);
- delle persone titolari di protezione internazionale.
La durata non può essere superiore a 12 mesi nel caso di soggetti svantaggiati e non superiore a 24 mesi per le persone con disabilità (fino a 36 mesi per per le persone con disabilità di cui all’art. 13, comma 1, lett. a), legge n. 68/1999)

Vi sono, inoltre, i cosiddetti tirocini curriculari che vengono promossi da Università, istituzioni scolastiche, centri di formazione convenzionati e prevedono lo svolgimento del tirocinio all'interno di un percorso di studi.

L'operatore verifica per le prime tre tipologie, che il tirocinante risulti iscritto in banca dati, in caso contrario procede all’iscrizione. L’iscrizione non è richiesta se si tratta di un tirocinante in cassaintegrazione che non può avere i requisiti necessari per essere inscritto. Nel caso di cittadini provenienti da Centri per l’impiego di altre province, l’operatore verifica tale condizione ed acquisisce la documentazione.
Lo scopo è favorire l’inserimento lavorativo e consentire una conoscenza diretta del mondo del lavoro.
Il tirocinio non è un rapporto di lavoro, non comporta alcuna retribuzione, né versamento di contributi previdenziali, tuttavia è prevista l’erogazione di una indennità di partecipazione.

A CHI È RIVOLTO

  • Ai disoccupati ed inoccupati, anche in mobilità, iscritti ai Centri per l’Impiego, e ai cassaintegrati, che abbiano assolto l’obbligo scolastico.
  • Ai cittadini appartenenti all’Unione Europea o extracomunitari.

COME FUNZIONANO

  • I Centri per l’Impiego pubblicizzano le richieste di inserimento di tirocinanti pervenute dalle aziende. Chi è interessato può aderire presentando la propria autocandidatura.
  • Il tirocinio si attiva stipulando una convenzione tra il CPI e l’azienda. Fa parte integrante della convenzione il progetto formativo, che individua obiettivi, modalità di svolgimento e durata del tirocinio.
  • Il tirocinante ha l'assistenza di un tutor della Città Metropolitana di Roma Capitale (oltre al tutor aziendale), a cui potrà rivolgersi per qualsiasi problema o difficoltà che dovesse emergere durante lo svolgimento del tirocinio, con possibili interventi anche presso la sede di lavoro.
  • Al termine del tirocinio si rilascia un documento che certifica l’attività svolta e le competenze acquisite.

A CHI RIVOLGERSI

Recarsi presso il Centro per l’Impiego

TEMPI

Dal primo contatto con l’azienda all’appuntamento per la stipula della convenzione con il tirocinante può trascorrere da 1 a 7 giorni.
La stipula della convenzione richiede dai 20 ai 30 minuti compreso il colloquio con il tirocinante

RESPONSABILE

Il Responsabile del Centro per l’Impiego

RIFERIMENTI NORMATIVI

  • Legge 196/97
  • Decreto del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale 142/98
  • Circolare del Ministero del Lavoro e Previdenza Sociale n. 92/98
  • Deliberazione di Giunta Regionale del 13 marzo 2009, n. 151
  • Linee Guida Conferenza Stato- Regioni del 24 gennaio 2013
  • Deliberazione di Giunta Regionale del 18 luglio 2013, n. 199
  • Deliberazione di Giunta Regionale del 30 dicembre 2013, n. 511

MODELLI

Disponibili nella sezione modulistica del portale RomaL@bor

  • Mod. CVZ Convenzione Tirocinio
  • Mod. PFO Progetto Formativo
  • Mod. SCA SCHEDA INFORMATIVA AZIENDALE
  • Mod. VI-tir Valutazione Intermedia
  • Mod. VI-az Valutazione intermedia tutor aziendale
  • Mod. PROR - Proroga stage
 

Contatti

Dipartimento III - Servizi per la Formazione e per il Lavoro

Via Raimondo Scintu, 106 - 00173 Roma

 

Call Center/Contact Center

Numero Verde Lavoro 800818282

attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.45

Zircon - This is a contributing Drupal Theme
Design by WeebPal.