Il Patto di Servizio Personalizzato

Che cos'è

Il Patto di Servizio Personalizzato è un accordo tra il Centro per l’Impiego e la persona con il quale entrambi assumono reciproci impegni e si definiscono le modalità di erogazione e di utilizzo di alcuni servizi.
Lo scopo è favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro e contrastare la disoccupazione di lunga durata.

A chi è rivolto

A tutte le persone inoccupate o disoccupate residenti o domiciliate in uno dei comuni della Città metropolitana di Roma Capitale.

Come funziona

Il primo colloquio tende a verificare l’effettiva disponibilità, le peculiarità e le esigenze della persona  per individuare insieme una strategia di azioni volte all’inserimento lavorativo.
Si tratta di un percorso di orientamento e di verifica delle competenze e prevede l'impegno del cittadino a seguire un percorso utile ad ottimizzare le modalità di ricerca attiva di lavoro, come curare la stesura di un curriculum efficace, valutare l'eventuale necessità di un corso di formazione, imparare ad evidenziare le proprie esperienze e competenze in una lettera di presentazione e durante un colloquio di lavoro.
Il Patto di Servizio Personalizzato deve essere sottoscritto da entrambe le parti, presso il proprio Centro Impiego.
La firma comporta la presa in carico personalizzata dell’utente da parte dei Centri per l’Impiego.
L’interessato, nei colloqui successivi, fissati volta per volta per appuntamento, consegnerà un report delle attività svolte che saranno oggetto di approfondimento e di confronto con l'Operatore del Centro per l'Impiego.

A chi rivolgersi

Recarsi presso il CPI in cui si è effettuata l’iscrizione.

Tempi

La stipula del Patto di Servizio può richiedere da 20 minuti ad un ora di colloquio
Anche i successivi colloqui avranno una durata da 20 minuti ad un'ora

Responsabile

Il Responsabile del Centro per l’Impiego.

Modelli

Patto di servizio disponibile in tutti i Centri per l’Impiego.